02 - Identificare

Abbiamo visto nella prima pillola che il TAGteach porta l’attenzione di insegnante ed allievo su un comportamento che l’allievo svolgerà e che l’insegnante metterà in evidenza mediante l’uso di un marker. La scorsa volta come esempio abbiamo usato questo video: con un marker l'istruttore (maglietta rossa) segnala alla tennista il momento in cui ha eseguito il tag point: "passo in avanti".

Il primo punto per l’insegnante è proprio quello di identificare questo comportamento chiave, che può servire per iniziare alla grande una nuova sessione di lavoro, per superare un punto difficile o semplicemente per iniziare l’apprendimento di un comportamento particolarmente complesso, come allacciarsi le scarpe. Come si riesce a identificare un tale comportamento e portare l’attenzione su di esso? Ecco alcune indicazioni.

 

1.    OSSERVA COSA SA GIA’ FARE. Fra tutti i comportamenti che l’allievo già conosce, c’è qualcosa che sa già fare che possiamo usare? La tennista sa già fare un passo in avanti (sicuramente sa camminare), tutto quello che le serve è prendere questa conoscenza e metterla nel nuovo contesto: “Passo avanti dopo il dritto”.

 

2.    DOVE STA IL MAGGIOR GUADAGNO? Tutti gli allievi “sbagliano” qualcosa; altrimenti non starebbero imparando. Tra questi errori, ma li chiamerò d’ora in avanti opportunità di apprendimento, quale porta il maggior beneficio? Quale opportunità, fra le mille cose che potrei insegnare oggi al mio allievo, gli farà imparare di più e sarà anche più rinforzante per lui? (Rinforzante = qualcosa che aumenta la forza di un comportamento, che viene appreso in maniera migliore). Per la tennista, lo abbiamo visto, la scelta è stata “passo avanti”. Identifichiamo il comportamento che produrrà il maggior guadagno.

 

3.    PARLA POSITIVO. Diciamo, evidenziamo, cosa vogliamo accada, quale comportamento fare. Ci preoccupiamo sempre troppo di evitare gli sbagli e infarciamo le nostre spiegazioni o istruzioni o qualunque cosa diciamo con “non” o “no” o “evita”. Sono tutte indicazioni inutili che non dicono dove sta il comportamento che vogliamo accada. Torniamo alla tennista: “Quando fai il dritto non stare ferma sul posto”, cosa significa? Che posso sdraiarmi a terra? Ballare? Andare a prendermi da bere? Nel: “non stare ferma sul posto” manca la descrizione del comportamento che abbiamo identificato come importante. “Passo avanti” dice esattamente cosa fare.

Un ultimo esempio? Il classico: “Non urlare quando sei in classe”. Cosa vogliamo? Cosa identifichiamo?