Agility Right From the Start - 15-17 Giugno 2012

 

Abbiamo ospitato per la prima volta in Italia Eva Bertillson ed Emelie Johnson Vegh. Il loro approccio innovativo ha coinvolto tutti i partecipanti al loro seminario.

Come TAGteacher la cosa che mi ha colpito è stato l’atteggiamento delle persone riguardo a un particolare aspetto del lavoro di Eva ed Emelie: provare gli esercizi del seminario prima con un compagno umano e, solo dopo aver fatto pratica, provare l’esercizio con il proprio cane. Il principio alla base di questa scelta è che non si possono fare due cose contemporaneamente per cui contemporaneamente non si può insegnare al proprio cane E imparare l’esercizio. Per cui ogni esercizio proposto durante il seminario veniva provato, verificato ed imparato tra umani.

“Cosa?!? Sono a un seminario di agility, VOGLIO lavorare con il mio cane. Sono qua per questo!”. è stato il primo pensiero che ho visto correre sulle facce dei presenti, difatti il primo esercizio non tutti l’hanno provato con il proprio cane e chi l’ha fatto è stato piuttosto sbrigativo. Al secondo esercizio tutte le persone hanno provato con i loro compagni prima di lavorare con il proprio cane. Un po’ imbarazzati magari all’inizio.

Durante le giornate del seminario le persone hanno però sempre più apprezzato questo approccio. Perché? Semplicemente perché, nel momento in cui avevano provato l’esercizio in tutte le sue difficoltà ed avevano imparato cosa fare per affrontarle e superarle, le persone hanno anche scoperto che il loro cane imparava meglio, più in fretta con meno errori. Dal momento che l’attenzione dell’umano non era tutta presa dall’eseguire l’esercizio (che già si conosceva), la maggior parte delle risorse mentali erano dedicate al cane che, seguito meglio, dava performances migliori. Siccome il successo del cane è anche il rinforzo del proprietario, il provare l’esercizio tra umani è diventata un’abitudine sulla quale le persone sono state disposte ad impiegare tempo ed energie mentali.

L’ultimo giorno di seminario le persone curavano ed eseguivano con più cura l’esercizio di prova che quello effettivo con il cane. L’impegno nell’apprendimento si è spostato dal lavoro con il cane alla prova dell’esercizio. Con grande vantaggio per tutti!

l'evento è stato organizzato da SAN FELICE SPORT CLUB S.R.L. S.S.D.  P.IVA e C.F 03818250239