ESPERIENZA DI TAGteach AL SEMINARIO DI SOLOTHURN (CH)

    Venerdì arrivo a Solothurn, Theresa mi chiede se voglio fare la mia presentazione del mio progetto di TAGteach e scherma medievale lì in Svizzera. Panico!

Vero è che il mio Inglese è un pochino migliorato ma… insomma parlare davanti a 30 persone in una lingua che non è né la mia né la loro, mi da un pochino da pensare. Ma… posso dire di no a Theresa McKeon? Certo che no! E poi un’occasione per esercitarmi a parlare in pubblico non si butta mai via.

Cena, torno in albergo, e mi metto a tradurre la mia presentazione in italiano che grazie a una felice intuizione avevo caricato sulla chiavetta. Sabato corro in un negozio a comprare due manici di scopa che tagliati a misura diventeranno spade, ritocco la presentazione sabato notte (che tanto, per l’eccitazione del seminario e il rimuginare i pensieri che Theresa semina nel corso della giornata, non si dorme) e Domenica mattina sono pronto.

 

     Mi serve un volontario e chi meglio di Brian (il marito di Theresa) mi può dare una mano. Carico il powerpoint e si parte. Una prima introduzione su cos’è la Scherma medievale e su quali fonti storiche si basa e siamo pronti. Decido di provare a portare Brian all’esecuzione di un perfetto Mezzano, passando attraverso Passeggio e Posta Breve. Una ventina di TAGpoints, in tutto, forsi un po’ troppi tutti di fila, ma, insomma, proviamo. Brian è una persona gentilissima e molto disponibile e conosce (ovviamente) il TAGteach. Il passeggio viene fatto imparato bene e velocemente. Lezione, Direzioni e TAGpoints: il potere e la meraviglia del TAGteach in azione. Sulla Posta Breve abbiamo un problema per colpa della mia grammatica ingelse che Theresa mi aiuta a risolvere. Arriviamo al mezzano. Spiego la lezione, (il mezzano è un colpo d’attacco) e vedo che Brian è un po’ perplesso, come se non stesse capendo cosa stiamo costruendo insieme. Mi dirà dopo che, effettivamente arrivato al mezzano non stava capendo molto bene cosa stesse succedendo, ma che avendo ricevuto già un sacco di rinforzi in precedenza era tranquillo e fiducioso sul risultato finale. Chiudo i TAGpoints del mezzano e chiedo a Brian se vuole provare a portare il colpo facendo allo stesso tempo un passo di passeggio. Lui esegue… e qui capita una cosa assolutamente fantastica: nel momento in cui comincia il passo e il colpo il suo viso si illumina in una espressione di trionfo e comprensione. Improvvisamente Brian McKeon è diventato Sir Brian McKeon. Il suo mezzano è finito con una smorfia di ferocia e di determinazione (se fosse passato un drago in quel momento credo che se la sarebbe vista molto molto triste). Alla fine, Brian ha capito. Io ho insegnato in 10 minuti alcuni movimenti che in una scuola di scherma impiegano mesi ad insegnare. Io di scherma non so ancora molto; conosco bene il TAGteach e cosa può dare in più nel momento in cui si va a insegnare: memorizzare gesti fisici in breve tempo grazie all’alto tasso di rinforzo che l’allievo riceve. L’atleta non deve pensare a quello che fa, giusto il contrario: tutti i suoi gesti devono essere assolutamente inconsci. Questo si ottiene con anni e migliaia di ore di pratica. A meno che non si trovi il modo di dividere ogni comportamento in tanti segmenti e non si riesca a rinforzarli uno per uno. Il TAGteach da questa possibilità. Brian non aveva assolutamente idea di cosa gli stavo chiedendo, non aveva mai tenuto in mano una spada in mano. Avrà visto un sacco di film storici con spade e cavalieri dal momento che, nell’istante in cui stava per compiere il suo gesto ha avuto l’immediata comprensione dell’azione che stava eseguendo. Ed è stato lì che abbiamo perso Brian McKeon e abbiamo trovato SIR Brian McKeon, al quale va tutta la mia gratitudine.

 

 ______________________________

 

PASSEGGIO= sono i passi che il cavaliere fa quando brandisce la spada. Gambe piegate, peso ben bilanciato, spalle frontali all’avversario, ci si spinge in avanti facendo leva sulla gamba posteriore e con i piedi che sfiorano il pavimento.

POSTA BREVE= E’ la posizione fondamentale quando si ha la spada in mano. La spada punta gli occhi dell’avversario, i gomiti sono a contatto del corpo pronti a far scattare le braccia in avanti.

MEZZANO= il termine indica un colpo che si esegue all’altezza del torso, con le braccia tese in avanti, ruotando i polsi, nel momento in cui le braccia scattano si esegue un passo di passeggio per dare più forza al colpo.